Caffè Verde - proprietà dimagranti

Caffè verde, le proprietà dimagranti e benefiche!

caffè verde proprietà dimagrantiLe proprietà del caffè verde sono tante e se ne parla molto come un integratore alimentare per dimagrire...

Ma cos'è esattamente il caffè verde e quali sono le differenze col classico caffè "nero bollente" che beviamo di solito?

Si tratta di un a miscela di varietà di caffè tra le più coltivate al mondo, dalla coffea arabica e robusta, ma il caffè verde non è torrefatto bensì caffè crudo!

Mantiene, quindi il colore naturale dei semi di caffè e le proprietà che i semi stessi possiedono e che non vengono perse nella torrefazione.

La caffeina e i suoi effetti benefici.

La mancata torrefazione del caffè verde lo rende meno ricco in caffeina e, soprattutto, la qualità della caffeina contenuta è differente.

A differenza del caffè tostato, in quello verde la caffeina si trova legata ad un acido clorogenico, un potente antiossidante in natura, andando a formare il clorogenato, un composto che rende più lento l'assorbimento della caffeina da parte delle mucose, rimanendo più tempo nel flusso sanguigno.

L'assorbimento della caffeina avviene, quindi, in modo meno forte e immediato nel caffè verde, ma rimane in circolo più a lungo, rilasciando molti più polifenoli, sali minerali e vitamine del gruppo B – sostanze che con la tostatura vengono ridotte!

Il valore nutrizionale del caffè verde è aumentato anche dalla capacità di essere meno acido del caffè classico e, quindi, avere minor effetti a livello gastrico... ottimo per chi poco tollera il caffè con la gastrite.

Alcuni vantaggi e proprietà del caffè verde:

  • antiossidante ricco di Omega 3 e Omega 6

  • riduce il colesterolo e i trigliceridi

  • regolatore la pressione sanguigna

  • riduce l'assorbimento dei grassi

  • effetti che aiutano a dimagrire

  • coadiuvante contro lo stress

  • rinforza il tessuto connettivo e fortifica pelle e capelli.

Inoltre, il caffè verde aiuta nelle fasi di controllo della glicemia.caffè verde integratore alimentare

L'acido clorogenico inibisce l'enzima glucosio 6-fosfatasi, importante nel processo di controllo della glicemia, sfavorendo il processo di riduzione del glicogeno a glucosio nel fegato. Anche a livello di mucosa intestinale, come detto, riduce l'assorbimento intestinale degli zuccheri: vi sarà minor glucosio nel sangue!

Caffè verde come antiossidante

Le molecole antiossidanti come acido ferulico e acido tannico, contrastano l'azione dei radicali liberi, i primi responsabili dell'invecchiamento cellulare.

Il caffè verde fa dimagrire?

Molto si è detto riguardo alle proprietà dimagranti del caffè verde ed è importante capire se esiste una funzione "brucia grassi" di questa bevanda, e come va gestita al meglio.

Diverse ricerche hanno dimostrato l’efficacia del caffè verde nell’attivare la lipolisi e nel ridurre l’assorbimento dei grassi: insieme ad una dieta integrata all’attività fisica, è un ottimo sostegno per dimagrire in modo costante!

Prima di tutto, sono coinvolti in questa funzione dei principi attivi, come l'acido clorogenico, uno dei polifenoli presenti nel caffè: può essere un ottimo coadiuvante all'interno di una dieta, dato che attiva la lipolisi e riduce l'assorbimento dei grassi.

Le molecole contenute nel caffè verde, le metil-xantine, svolgono un'azione lipolitica, ovvero intervengono nel processo di metabolismo dei grassi o lipolisi, liberando dagli acidi grassi le cellule di adipociti – cellule che contengono i lipidi-grassi.

Liberando gli acidi grassi c'è la possibilità che l'azione lipolitica del caffè verde li "bruci", in particolare con l'aiuto del movimento aerobico! Altrimenti, senza dieta né movimento, c'è il rischio che i grassi tornino all'interno degli adipociti... vanificando tutto l'effetto dimagrante del caffè verde.

Il caffè verde, infatti, per svolgere un'azione coadiuvante come dimagrante, ha bisogno di una dieta ipocalorica e uno stile di vita sano: come integratore alimentare per dimagrire non può fare miracoli se poi si accompagna il caffè verde alle lasagne!

Controindicazioni ed effetti collaterali: esistono?

Prima di tutto, è bene ricordare che il caffè verde non presenta particolari controindicazioni, rispetto al caffè classico che con le sue alte dosi di caffeina, può portare a sintomi come tachicardia, ipertensione o attacchi d’ansia.

È sconsigliata però l'assunzione solo alle donne in gravidanza, come per ogni altro integratore alimentare, ai bambini e a chi è soggetto ad ipersensibilità verso i componenti specifici degli integratori a base di caffè verde.

Dosaggio del caffè verde

È sempre ottimale seguire le indicazioni sull'etichetta, per avere i benefici effetti della pianta, e una maggiore efficacia dimagrante o corroborante.

In genere l'estratto di caffè verde da assumere è circa da 2 a 4 grammi durante la giornata, a colazione o come pausa caffè - per agevolarne le funzioni ed eliminare il senso di fame.
Non avendo alti livelli di caffeina, il caffè verde può essere assunto anche la sera.

caffè verde solubile

Dove si trova il caffè verde? In pratiche confezioni!


Comode e sicure, sono le preparazioni di Nutrizione Più di Caffè Verde, da uso immediato con la formula della confezione di caffè verde solubile (completa di dosatore).

sciogliere in acqua calda, latte o yogurt a piacimento: basta versarne un misurino in un liquido miscelare con un cucchiaio... come il caffè americano, ma con un gusto più simile al cappuccino!

Esistono anche diverse formulazioni con compresse e capsule, per un'assunzione veloce e pratica.

 

Rate this item
(1 Vote)
Last modified on Lunedì, 30 Marzo 2015 12:59

Leave a comment