Aloe Arborescens e la ricetta di Padre Zago

Cos'è l’Aloe?

Questa piante esiste in centinaia di varietà diverse, la più pregiata è l'Aloe Arborescens.

L'Aloe è diffusa in tutto il mondo, soprattutto nelle zone vicino al mare e abbonda dalle nostre parti, nel Mediterraneo, nel Tirreno e nell’Adriatico.

È probabilmente la pianta curativa ed estetica più usata nella storia, essendo presente nella farmacopea di ogni cultura da oltre 3500 anni.

Diversi studi scientifici hanno dimostrato l’efficacia dei componenti di questa eccezionale pianta, che contiene agenti antisettici capaci di distruggere i microrganismi causa di infezioni sia interne che esterne.

Anche la presenza di acidi gassosi antinfiammatori aiuta a spiegare perché l’Aloe sia un ottimo aiuto nel trattamento di patologie del sistema digestivo, incluso lo stomaco, l’intestino, il colon, il fegato, il pancreas ed i reni.

Assunto regolarmente ogni mattina a digiuno, l'aloe regola tutte le funzioni dell’organismo producendo un benessere diffuso immediato.

Le proprietà curative e medicinali dell’Aloe.

Possiede proprietà rigeneranti, per una efficace azione idratante, è una pianta dal potere antinfiammatorio, che agisce anche come agente anti-aging e con varie proprietà rilassanti.
Inoltre, l’Aloe favorisce la digestione e lo smaltimento di tossine a livello epatico.

L’Aloe è ricca di mucopolisaccaridi naturali (mannani) e di antrachinoni, che aiutano a combattere l’intestino pigro ed a migliorare la regolarità intestinale.

Fornisce un supporto naturale al nostro organismo oltre che con i sali minerali, come zinco, magnesio e ferro, con varie altre sostanze come ad esempio l’enzima bradichinasi e l’acemannano, nonché una miniera inesauribile di principi attivi.
Dal momento che il nostro organismo lavora in continuazione per proteggersi, l’aloe, con queste sostanze contenute specificatamente nel gel, collabora nel complessocon un’azione attivante e modulante naturale.

L’Aloe Arborescens contiene le vitamine A, B1, B2, C ed E, l’acido folitico e la niancina.

Il corpo umano non sempre riesce a soddisfare il suo fabbisogno di vitamine, soprattutto quando la dieta non è equilibrata o quando gli alimenti, come accade oggi, non sono in grado di apportare tali nutrienti.

Gli aminoacidi sono elementi fondamentali per i processi rinnovamento cellulare per la sintesi delle proteine sono fondamentali per tutti i processi vitali, otto di questi sono essenziali e non posso essere creati dal corpo. L’Aloe presa in modo regolare consente al corpo di riequilibrare in modo naturale l’organismo in alcune sue funzioni.

A livello alimentare, la nostra dieta include molte sostanze indesiderate che possono causare sonnolenza e stanchezza, e in questo senso l'Aloe, presa regolarmente, assicura un’ottima sensazione di benessere e se associato ad una sana e corretta nutrizione permette grazie ad una cospicua quantità di acemannano, di eliminare fattori tossici e scorie circolanti nell’organismo e aiuta a mantenere un peso corporeo equilibrato.

L'Aloe e la ricetta di Padre Zago

Una ricetta meravigliosamente salutare è stata inventata e sperimentata con successo da Padre Zago, nato in Brasile, nell'attuale comune di Progresso, l'11 aprile del 1932.

Romano Zago ha origine italiane e la sua ricetta è stata utilizzata e condivisa da molti, risultando utilissima per debellare alcune forme tumorali.
Il particolare
successo di questa ricetta è dovuto ai suoi tre ingredienti: l'Aloe Arborescens e poi il miele e la grappa.
La spiegazione del perché sono presenti questi ingredienti è semplice.
Il miele infatti, sempre che si tratti di
miele d’api naturale e non (troppo) trattato, ha la proprietà di veicolare, di condurre le sostanze curative contenute nel succo d’aloe, fino ai recettori più remoti del nostro organismo, consentendo al preparato di esercitare la sua azione benefica.
Quanto alla
grappa, essa effettua un'azione di vasodilatazione, ovvero allarga i vasi sanguigni facilitando la depurazione generale dell'organismo.

Il sangue può così purificarsi, eliminando le sostanze infettanti. Inoltre, l'organismo umano non sarebbe in grado di assorbire integralmente il liquido viscoso e ricco di proprietà, ovvero l'aloina, che sgorga quando si incide una pianta di aloe, senza scioglierlo in un distillato.


Ingredienti:

  • Mezzo chilo di miele d'api (miele biologico di acacia)

  • 40-50 ml (circa 6 cucchiai) di distillato (Grappa, Cognac, whisky, etc.)

  • 350/400 grammi di foglie di Aloe Arborescens.

La preparazione della Aloe di Padre Zago è assolutamente alla portata di tutti.

Togliere le spine dai bordi del le foglie e la polvere depositatasi, utilizzando uno straccio asciutto o una spugna.

Tagliare a pezzi le foglie (senza togliere la buccia) e metterle nel frullatore assieme al miele e al distillato prescelto. Frullare bene e il preparato è pronto per il consumo.

Non va filtrato, né cotto, ma solo conservato con cura in frigorifero all'interno di un barattolo scuro, ben chiuso.
Le dosi che il padre consiglia prevedono l'assunzione di un cucchiaio da tavola una mezz'ora prima di ciascuno dei tre pasti principali.

Il prodotto va agitato bene prima dell'uso.

Attenzione: l'aloe utilizzata deve essere una pianta matura, quindi di almeno quattro anni, ed è importante che anche il miele sia di ottima qualità e soprattutto naturale, proprio a causa della sua caratteristica di “trasportatore” delle sostanze benefiche contenute nell'aloe.

Effetti collaterali

Quanto alle reazioni che la somministrazione dell'aloe può dare, Padre Romano Zago precisa che esse non devono spaventare. Rappresentano infatti l’espulsione, la liberazione completa da parte dell'organismo delle sostanze impure, e soprattutto, quando si verificano, hanno una durata limitata, da uno a tre giorni al massimo.
L'assunzione di questa bevanda, in stati di salute precari, potrebbe provocare inizialmente eruzioni cutanee, oppure diarrea o nei casi più accentuati, conati di vomito: ma il tutto, secondo Padre Romano, indica che si è sulla buona strada, e che gli sforzi fatti iniziano a dare i propri frutti. Tutti possono assumere il preparato, anche se esso è
sconsigliato soltanto alle donne in stato di gravidanza.

Per l'Aloe di Nutrizione Più visita lo store > http://store.nutrizionepiu.com/integratori/bioaloe.html

Rate this item
(1 Vote)
Last modified on Mercoledì, 10 Giugno 2015 22:02

Leave a comment