Ma il Caffè Verde funziona?

07 Luglio 2015

Il caffè verde è un prodotto naturale estratto dai chicchi di caffè non tostati.

Come tale il caffè verde contiene l’acido clorogenico, ovvero il principio fondamentale che attiva il caffè verde estrattometabolismo funzionando anche da antiossidante.

Molti si chiedono: come mai il caffè verde che ho acquistato non ha funzionato?
La risposta è semplice, acquistare il caffè verde senza assicurarsi che il prodotto contenga l’acido clorogenico è un grave errore.
In commercio molte aziende che commercializzano caffè verde non indicano il contenuto di acido clorogenico oppure utilizzano estratti poco titolati.

Cosa significa estratto titolato di caffè verde?

L’estratto titolato di una pianta viene prodotto dalla polvere della pianta stessa e contiene un determinato quantitativo di principio attivo, a differenza della polvere che contiene un quantitativo di principio attivo non definito.
Facciamo un esempio: un prodotto da 24 dosi che contiene 500 mg di Caffè verde estratto al 50% in acido clorogenico (ACG) per ogni dose, significa che il 50% dei 500 mg presenti in ogni dose risulta essere acido clorogenico (ossia 250 mg per dose).

Se invece noi troviamo un prodotto da 48 dosi (dai costi certamente superiori) che contiene 500 mg di Caffè verde estratto al 25% in acido clorogenico (ACG) per ogni dose, significa che il 25% dei 500 mg presenti in ogni dose riulta essere acido clorogenico(ossia 125 mg per dose).

Alla fine comparando i due prodotti troveremo il primo da 24 dosi con 250 mg di acido clorogenico per dose, mentre il secondo da 48 dosi con 125 mg di acido clorogenico per dose, tutto quanto in termini scentifici e specifici del principio attivo non cambia, entrambi contengono acido clorogenico con lo stesso quantitativo, ma il prodotto con 48 dosi (anche se costa poco più rispetto a quello da 24 dosi) spesso inganna chi acquista.

Caffè verde in vendita on line

Molte aziende in commercio offrono prodotti che contengono 500 compresse di caffè verde le quali contengono quantitativi di acido clorogenico veramente irrisorio (anche il 10% per compressa), consigliando di assumere 8 compresse giornaliere.

Certamente è molto meglio fidarsi di chi vi offre 30 o 60 compresse e vi fa assumere un’unica compressa al giorno dai contenuti di acido clorogenico molto più elevato.

Ecco spiegato il motivo per cui, chi ha deciso di acquistare caffè verde, probabilmente senza verificare il contenuto di acido clorogenico si è trovato ad avere risultati poco soddisfacenti, a differenza di chi ha assunto un prodotto con alti contenuti di acido clorogenico.

Prodotti naturali per perdere peso? Integratori al caffè verde.

16 Giugno 2015

Il Caffè Verde in compresse, un aiuto per dimagrire in modo naturale

Tra le proprietà dei prodotti naturali per perdere peso ce ne sono diverse, ma sicuramente la base di quasi tutti gli integratori naturali per dimagrire è quella di attivare il metabolismo, spesso bloccato e in grado di favorire l'ingrasso per molti di noi.

Per questo vengono spesso selezionati sul mercato degli integratori in grado di favorire la perdita di peso ma... quanto sono naturali? Quanto funzionano?

Il caffè verde è uno dei prodotti naturali che viene valutato in modo positivo per le sue proprietà dimagranti.

Derivano dalla sua composizione, una miscela di chicchi di caffè non tostati, in grado di contenere una grande quantità di Acido Clorogenico (circa il 10%). Un componente polifenolico che consente al caffè verde in compreses di ridurre l'assorbimento degli zuccheri da parte dell'intestino.

Riesce, così, a velocizzare il metabolismo lipidico con un processo brucia – grassi.

Nel 2003 su The American Journal of Clinical Nutrition una ricerca mise in luce come i polifenoli alimentari del caffè verde hanno effetti sull'intestino tenue e agiscono sul modello di assorbimento del glucosio e la secrezione di insulina.

L'acido clorogenico può avere un effetto di contrasto sul trasporto del glucosio e può attenuare l'assorbimento intestinale del glucosio.

Regola i livelli di glucosio nel sangue, agisce con azioni che intervengono nella reazione di gluconogenesi e glicogenesi epatica ovvero nel fegato.L'acido clorogenico del caffè verde impedisce al fegato di rilasciare il glucosio nel sangue, così che non trovandolo,il corpo brucia le cellule di grasso: un'azione brucia grassi e di inibizione dell'assorbimento degli zuccheri.

Limita l'assorbimento dei carboidrati e favorisce anche la micro-circolazione, riattivando il metabolismo basale.

Metabolismo basale, quando è basso non è facile dimagrire.

Il nostro metabolismo di base è dato dalle calorie minime che il nostro corpo richiede ogni giorno, per poter almeno alimentare ogni funzione vitale, senza altri sforzi ulteriori.

Quindi, anche stando fermi a guardare il soffitto, abbiamo bisogno di un numero minimo di calorie che ci derivano dagli alimenti.

Il minimo dispendio energetico per mantenere le funzioni fisiologiche quant'è?
Di solito questa quantità di energia minima è quella che consumiamo ogni giorno al 70% circa sul totale di quella che impieghiamo. Il rimanente 30% è dato dagli sforzi fisici per fare altro oltre a “vegetare”. Ovviamente, più lavoriamo fisicamente, più abbiamo necessità di calorie e di cibo.

caffè verde compresseSe il metabolismo è molto basso, la dieta dovrà quindi essere bassa e, di conseguenza, le calorie a nostra disposizione saranno poche... in aiuto può arrivare il caffè verde, in grado di attivare il metabolismo dei lipidi ma anche in generale di stimolare il metabolismo corporeo, oltretutto togliendo quella sensazione di fame continua che potremmo avere durante le diete.

Il caffè verde in compresse è il più indicato nelle diete come integratore per perdere peso,

Le compresse al caffè verde di Nutrizione Più sono consigliate anche per le proprietà anti-ossidanti ovvero anti-età!

Caffè verde, l'effetto dimagrante dei polifenoli!

09 Aprile 2015

Dimagrire col caffè verde, si può grazie all'azione benefica delle sue sostanze.

Quella del caffè verde non è una moda, anche se in realtà il suo fascino esotico sta spopolando e le sue proprietà benefiche e dimagranti vengono spesso discusse sia in rete che al di fuori.

Non è una moda perché in realtà è un specie di riscoperta: i prodotti a base di caffè verde sono solo l'ultimo tassello di una ricerca che da tempo ha visto protagonista questo tipo di caffè, per quanto riguarda le sue caratteristiche, in particolare le proprietà dimagranti e brucia-grassi.

La verità sul caffè verde

Prima di tutto, non rappresenta una varietà rispetto alla Coffea Arabica, la pianta del caffè tradizionale che conosciamo. Il caffè verde è semplicemente ottenuto dal normale chicco di caffè che non viene tostato, ovvero non arriva in torrefazione come accade per il chicco di caffè, che poi diventerà la bevanda classica consumata nei bar.

Le differenze sono sostanziali! Durante la torrefazione alcune proprietà benefiche del caffè vengono perdute... e allora è meglio andare alla radice di questa pianta, nei suoi chicchi al naturale, per prenderne tutte le caratteristiche positive a livello salutare.

Come fa dimagrire?

Zuccheri e grassi che vengono ingeriti ogni giorno, in genere sono zuccheri e grassi in eccesso, che andranno a depositarsi nel tessuto adiposo, creando lo spiacevole effetto ingrassante e, soprattutto, nocivo per la salute, portando magari alla sindrome metabolica.

Per questo, è importante ridurne l'assunzione e favorire, tramite il caffè verde, la trasformazione degli zuccheri in energia per i muscoli, oppure la “bruciatura” che avviene grazie agli antiossidanti contenuti nel caffè stesso.

L'acido clorogenico, di cui è ricco il caffè verde, permette di innescare un processo per cui insieme ai polifenoli, sostanze presenti nel caffè, favorisce un ridotto assorbimento dei grassi.

Come? Nel processo di metabolismo dei grassi, detto anche lipolisi, le molecole contenute nel caffè verde svolgono un'azione che libera gli acidi grassi dalle cellule che li contengono, consentendone una ridotta assunzione e ridotta trasformazione in lipidi-grassi. Quindi, liberi di essere di “bruciati” nell'organismo senza accumularsi, grazie allo sport e al movimento, questi grassi potranno essere eliminati con minore fatica.

Come altre sostanze che la natura ci offre, ad esempio le bacche di Acai, anche il caffè verde è un ottimo supporto nutrizionale per favorire una dieta!

I polifenoli, sostanze naturali e benefiche.

Sono indicati anche con il termine di Vitamina P, queste sostanze che troviamo in natura, prodotte dalle piante, con ruoli diversi a seconda dei legami chimici che instaurano. 
Difendono le piante che li contengono dagli agenti patogeni, dai microbi, attraggono invece gli agenti impollinatori e provocano altre reazioni positive per il benessere delle piante stesse.

E sull'uomo? I polifenoli sono conosciuti fin dall'antichità per le loro proprietà benefiche, anche se non come oggi con la suddivisione in tannini e flavonoidi – presenti in vari alimenti e bevande come il caffè verde.

Polifenoli nel caffè verde per dimagrire, ma non solo.

Queste molecole antiossidanti abbondano nella frutta, nella verdura fresca, nel tè, nel vino, nel cacao e... nel caffè verde, ovviamente! Sono di diversa tipologia, con diverse variabili di struttura e funzione, ma in generale contengono qualità benefiche:

Proprietà antiossidanti: anti-invecchiamento grazie alla protezione delle cellule dai radicali liberi, che provocano danni e prodotti naturalmente dall'organismo nel tempo, invecchiano le cellule.

Proprietà anticancerogenica: i polifenoli mostrano una certa protezione delle cellule contro l'attacco diretto da carcinogeni, in particolare il consumo di vegetali freschi contenenti i polifenoli può contrastare alcune tipologie di cancro (esofago, stomaco, pelle, polmone, etc.).

Proprietà antibatterica: sono efficaci antivirali che inibiscono le infiammazioni, grazie all'acido arachidonico – che svolte un'azione regolatrice dei processi infiammatori.

Proprietà antiaterogena: ovvero contrasto allo sviluppo dell'arteriosclerosi e delle malattie correlate come le patologie cardiovascolari, ictus, etc. grazie alla riduzione della coagulazione delle piastrine e delle LDL – lipoproteine del colesterolo.

Per ottenere delle quantità notevoli di polifenoli è sempre meglio evitare la cottura degli alimenti e le alte temperature, prediligendo la cottura a vapore o consumando i cibi freschi e crudi (anche per tale motivo il crudismo è ormai una moda!).

Dove si trova il caffè verde

In commercio il caffè verde è disponibile in capsule, tavolette, estratti e in genere attraverso pratiche confezioni di dosi solubili, che consentono il consumo come fosse un normale caffè.

Le confezioni di caffè verde di NutrizionePiù si presentano con differenti possibilità di assunzione, come dosi di caffè verde solubili, capsule vegetali, compresse, preparato per frullati al caffè verde (frappè dietetico!).

Scopri i prodotti al caffè verde per la perdita peso sul nostro store di NutrizionePiù, efficaci e garantiti, sono tutti prodotti approvati dal Ministero della Salute.